Parlami

Parlami.
Parlami nello stesso modo con il quale ti confidi alla notte e dimmi dove va la tua anima, quando stanca abbandona il corpo e va in cerca della realtà.
Raccontami se sogni, e cosa sogni.
Fammi spazio tra le tue paure, mi fermerò a farti compagnia, solo per il tempo di prenderci per mano.
Perché anch’io, come l’alba, ho bisogno di verità
————————————————————————-

Annunci

Waiting for you

È che ti sento prepotentemente

Tutte le volte in cui mi manchi

Hai segnato una linea di confine

E da qui,

Non so ripartire

Non per la stessa via.

In questa altalena

Che nella vita mi fa compagnia

Vorrei tu scivolassi, la tua mano nella mia.

È come una rinascita

Una nuova vita, inaspettata

Ad ogni modo più colorata.

Delicatezza, che sfocia in passione.

Ti guardo negli occhi

Respiro

E mi sento migliore

Love is Love

Siamo polvere di stelle, capitati quaggiù.
Siamo pieni di domande che ti fai anche tu.
Ma le domande erano armi,
finchè non ho saputo amarmi
per quello che sono,
o per come sono.
Perchè nessuno può salvarti,
dalle paure che hai davanti,
puoi solo tu.
Soltanto tu.

Il mio secondo tempo

Sempre stata solita scappare
In caso di sentimenti in modalità megafono.
E parlo di sentimenti a 360gradi
Amore, amicizia
Qualsiasi tipo di interazione sociale, che arrivasse a far partire il campanello d’allarme.
Ecco
ero solita prendere le distanze, correre
roba da far invidia al Mennea degli anni migliori
(amo da sempre, dare la mano all’ironia).
Poi
Poi, per fortuna si cambia, ma il cambiamento richiede la sua tempistica
Che mica m’ attivo facilmente, in questo senso.
E allora
Esce Mennea ed entra Flash il bradipo
che, fosse solo per l’accostamento sinonimo /contrario
rende bene l’idea.
Il momento del mi butto, ma n’ce riesco
mi do una mossa, ma lasciame dormì ancora cinque minunti.
Ma alla fase più bella, a questa di oggi
Con l’ottimismo che, paradossalmente, non ho mai abbandonato
A questa, ci ho sempre creduto
l’ho sempre percepita possibile
anche quando la vedevo ancora distante.
Ti circondi delle persone che vuoi, quelle che ti fanno bene
che la qualità, da sempre, batte dieci a zero la quantità.
Riacquisisci fiducia, in te, negli altri
È questo il momento in cui riprendi a correre
(ma lasci a Mennea i suoi record)
In realtà, è più verosimilmente
un passo spedito, autonomo, concreto
Ora, ora ci si mette in moto, non per scappare ma per raggiungere
seppure con la goffagine che spesso mi fa compagnia,
con quel pizzico di caparbia e di testardaggine che non fanno mai male.
Quel q.b. del quale non si sono mai capite le dosi
ma il bello è che ognuno possa quantificarle
testandole su di sé,
attraverso i propri sensi.
Ora, non si scappa più!

Casualità…

Non so nulla
nulla di te.
In modo surreale ti sono inciampata accanto.
Ed io che non credo nel destino
credo,piuttosto, nella tenacia di chi persegue un obiettivo, il suo sogno.
Confido nel contatto delle mani
negli occhi che si parlano
eppure mi ritrovo a viaggiare, ora
la mia mente è accanto a te

Message in a bottle

Che te lo porti il mare
questo messaggio per te
O la canzone in cui trovi riparo
ancor meglio,
quella che ti fa ballare una danza tutta tua.
Che te lo portino i miei occhi
questo messaggio per te
quando, davanti ai tuoi
sorrideranno
gridando in silenzio
tutte le parole
che vorrei poterti dire

Home

La scrittura? È sempre stata casa
La mia voce quando sembravo non averne
La musica suonata da un pianoforte che solo io riuscivo a sentire
Le corde dei miei sentimenti, finalmente accordati, su un foglio di carta.
Ma ora che ho più voce
Che la musica suona condivisa
E che ho fatto pace con le mie emozioni
Ora…
È bello riscoprire casa in qualcuno
Nei pensieri che si toccano
Nelle idee comuni, in quelle che no lo sono.
Vorrei viverti di più
Scoprire i tuoi difetti
Farti conoscere i miei.
Sono qui
Ti aspetto
A casa.